Mappa del sito Scrivi a rss feed Segnala su Facebook



 Anagrafe - Adesione - Come 
Come   versione testuale






Fase preliminare
 
Gli Istituti Culturali Ecclesiastici che intendono richiedere l’adesione al Progetto dell’Anagrafe degli istituti culturali ecclesiastici (AICE), possono farlo compilando l'apposito modulo disponibile on-line.
 
Il modulo on-line prevede l’inserimento di alcuni dati minimi per l’identificazione dell’istituto culturale che si vuole inserire (archivio, biblioteca, museo) e di alcuni dati sulla persona che richiede l’iscrizione e che abbia, rispetto all’istituto, un ruolo di responsabilità a vario titolo (Incaricato diocesano BBCC, Responsabile Istituto Culturale, Collaboratore Istituto Culturale o altro).
 
Dopo aver completato l’iscrizione sarà sufficiente proseguire secondo le indicazioni della e-mail di conferma che verrà inviata automaticamente all’indirizzo di posta elettronica registrato dall’utente.
Effettuata la conferma, questa fase preliminare si concluderà con la registrazione, da parte dell’UNBCE, dell’ente culturale e con l’attivazione di un account (nome utente e password) con il quale l’utente potrà procedere alla compilazione della scheda del proprio istituto.
Ogni istituto può avere un unico utente responsabile per la gestione della scheda.
 
Avvio delle attività
 
Una volta registrato l’istituto e attivato l’account, l’utente potrà procedere con la compilazione della scheda del proprio ente culturale.
Il programma di censimento è strutturato in sezioni descrittive.
Il numero di campi considerati obbligatori ai fini della validazione della scheda di censimento è stato ristretto alle informazioni minime per l’identificazione dell’ente culturale e della sua attività, anche se è certamente auspicabile che il compilatore provveda a inserire il maggior numero di informazioni fino alla completezza della descrizione.
 
Completata la descrizione bisognerà spostare lo stato della scheda su “in validazione” in modo che possa essere verificata e pubblicata. 
 
 
Servizio a cura dell’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici della Conferenza Episcopale Italiana - Copyright © 2011 Ufficio Nazionale Beni Culturali Ecclesiastici - CEI / Credits