Mappa del sito Scrivi a rss feed Segnala su Facebook



 Anagrafe - Archivio News - Dentro ai codici di Nonantola 
Dentro ai codici di Nonantola   versione testuale
Un viaggio interattivo nell'archivio abbaziale







Sabato 24 febbraio alle ore 16 presso la Sala Verde del Palazzo Abbaziale di Nonantola sarà presentato il progetto "Dentro ai codici. Un viaggio interattivo tra le pagine miniate e le pergamene dell'Archivio Abbaziale".

Dopo i saluti istituzionali, interverranno il can. Riccardo Fangarezzi, la dott.ssa Giovanna Caselgrandi e il responsabile del progetto Marco Stucchi. Seguirà la visita al museo dove è stato installato il dispositivo. Contemporaneamente si terrà un laboratorio gratuito di decoro di un capolettera miniato per i bambini dai 7 agli 11 anni. L'iniziativa si colloca all'interno del progetto "Abbazia di Nonantola 2018. Oltre il sisma" pensato in vista della prossima riapertura della basilica abbaziale dopo il lungo restauro.

Le proposte culturali oggi - spiegano gli organizzatori - non possono rinunciare ad una comunicazione efficace. La tecnologia è messa al servizio del patrimonio culturale per creare nuove esperienze di apprendimento, offrire spunti di riflessione, fornire nuove forme di interpretazione.

I tre codici esposti nelle sale del Tesoro Abbaziale nel Museo Diocesano costituiscono quanto rimane in loco del patrimonio dell'antica Biblioteca Abbaziale. Costituitasi già ai tempi della fondazione per volere di Sant'Anselmo, ha continuato ad arricchirsi mediante libri prodotti dallo scriptorium del monastero, oppure grazie ad acquisizioni provenienti dall'esterno. Purtroppo l'antica biblioteca nonantolana, che aveva raggiunto oltre duecentocinquanta volumi, non esiste più, mentre esistono molti degli antichi codici che la componevano e che hanno ora diverse collocazioni (la maggior parte si trova a Roma presso la Biblioteca Apostolica Vaticana e Biblioteca Nazionale Centrale).

Servizio a cura dell’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici della Conferenza Episcopale Italiana - Copyright © 2011 Ufficio Nazionale Beni Culturali Ecclesiastici - CEI / Credits