Mappa del sito Scrivi a rss feed Segnala su Facebook



 Anagrafe - Archivio News - Vertemate ricorda la presenza benedettina, che compie i 30 anni 
Vertemate ricorda la presenza benedettina, che compie i 30 anni   versione testuale
La trentennale comunità di Dumenza (VA) ha abitato l'abbazia di San Giovanni Battista dal 1993 al 2005







Venerdì 18 ottobre alle 20.45 nel salone convegni della fondazione Minoprio (viale raimondi, 54 - Vertemate con Minoprio - CO) si terrà un appuntamento culturale per celebrare i trent'anni di vita della comunità monastica benedettina  "Ss. Trinità", che dal 1993 al 2005 ha abitato l'abbazia di San Giovanni Battista di Vertemate. Sono previsti gli interventi di don Adriano Spolaor, parroco di Vertemate e Minoprio, Maurizio Capitani, sindaco di Vertemate con Minoprio e don Saverio Xeres, docente di storia della chiesa. Tema di questi interventi sarà "Cercando Dio, costruirono un mondo nuovo. Il fondamentale contributo del monachesimo alla civiltà dell'Occidente". Prenderà poi la parola Fr. Luca Fallica, priore della comunità monastica "Ss. Trinità" di Dumenza (VA), sul tema: "Comunità monastica e comunità locale: relazioni vive per un reciproco arricchimento". Modera la serata il giornalista Marco Guggiari.
Domenica 20 ottobre alle ore 17 nella chiesa parrocchiale dei SS. Pietro e Paolo a Vertemate (CO) si terrà una solenne concelebrazione con la Comunità monastica.
"Nell'ottobre del 1989 - si legge in un messaggio di Fr. Luca Fallica - iniziava, a Desio, il cammino della nostra comunità, grazie all'accoglienza dell'allora Arcivescovo di Milano, il Cardinale Carlo Maria Martini. Da allora sono passati trent'anni, dei quali un ampio periodo lo abbiamo trascorso nell'Abbazia san Giovanni Battista di Vertemate, dall'autunno del 1993 all'autunno del 2005. Dodici anni significativi per la nostra storia comunitaria, perché proprio in quell'arco temporale la nostra comunità si è consolidata, ha maturato alcune scelte  che hanno disegnato in modo più preciso la sua fisionomia, ha elaborato le sue Costituzioni, ha ricevuto il riconoscimento della Chiesa come priorato sui iuris di diritto diocesano, ha accolto le prime professioni solenni di numerosi fratelli. In quegli si è anche formato un legame di amicizia e di comunione con il territorio e i suoi abitanti, che tuttora continua, pur nella distanza temporale e geografica. Siamo pertanto molto riconoscenti alla comunità di Vertemate con Minoprio che, in collaborazione con il Comune e con la Comunità parrocchiale, ha voluto ricordare quel periodo con queste iniziative. Siamo grati a tutti coloro che vorranno partecipare a questi incontri e collaboreranno con noi a diffondere l'iniziativa. Desideriamo tornare a incontrare molti volti conosciuti e a stringere tante mani amiche".




Servizio a cura dell’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici della Conferenza Episcopale Italiana - Copyright © 2011 Ufficio Nazionale Beni Culturali Ecclesiastici - CEI / Credits