Mappa del sito Scrivi a rss feed Segnala su Facebook



 Anagrafe - Archivio News - In mostra le "carte preziose" di Piacenza e Bobbio 
In mostra le "carte preziose" di Piacenza e Bobbio   versione testuale
Il 5 e 6 ottobre musei, archivi e biblioteche (MAB) spalancano le porte al pubblico










È un itinerario volto ad approfondire l'evoluzione dal codice miniato al libro a stampa. Il percorso avrà inizio presso Kronos, il museo della Cattedrale di Piacenza, dove sarà mostrato ed illustrato il codice 65, ivi conservato. L'ultima sezione del Museo infatti è interamente dedicata al Libro del Maestro (o Codice 65), che dal XII secolo è stato modello e tesoro per la liturgia e che costituisce una summa culturale medievale. È il volume più importante e misterioso dell'archivio della Cattedrale nonché il più rilevante della città. Ha un grande valore per la comunità ecclesiastica perché utilizzato per la liturgia di rito piacentino ma fornisce anche nozioni di astronomia e astrologia, indicazioni sui cicli lunari e sul modo in cui questi incidono sulla vita dell'uomo e sull'agricoltura, consigli e rimedi contro malattie per ogni stagione dell'anno. L'apparato decorativo è davvero notevole: 500 iniziali miniate con racemi, intrecci, nastri, motivi anche zoomorfi. Uno spazio sarà dedicato anche al diploma di Carlo Magno e agli altri manoscritti esposti in questa sezione del museo.

La giornata MAB proseguirà poi nel Seminario vescovile di Piacenza, presso la Biblioteca dove verrà proposto Bodoni in Seminario, un itinerario che prevede la visita delle due sale più importanti della Biblioteca, in cui saranno esposte alcune delle più eleganti edizioni del grande tipografo e stampatore di Saluzzo, direttore della tipografia Reale dei Borbone di Parma e conteso dalle principali corti europee tra Sette e Ottocento.

Nella giornata MAB del 5 ottobre l'itinerario proseguirà presso l'Archivio capitolare di Sant'Antonino dove verranno illustrate Le liste del capitolo. Elenchi, liste e inventari dal secolo XII al XVIII.

Le liste e gli elenchi sono da sempre tra i documenti più misteriosi e interessanti che si possano trovare in un archivio. Redatti per i motivi più disparati, accendono la curiosità e svelano, nella loro asciuttezza, piste insperate di       ricerca. Per la prima volta si potranno ammirare tutti insieme gli antichi inventari della biblioteca, del tesoro e degli arredi della basilica del Patrono, gli elenchi degli ostaggi dei cittadini derubati dai messi del Barbarossa, le liste delle cibarie dei canonici, e tante altre.

Nella giornata MAB del 6 ottobre invece l'itinerario relativo alla parte archivistica dopo la visita alla Biblioteca del Seminario proseguirà nello stesso complesso, presso l'Archivio Storico Diocesano - sede di Piacenza, dove sarà possibile prendere visione di antichi registri notarili con miniature e capitali ornate, delle mappe, dei disegni e delle stampe della Mensa vescovile, di interessanti capitali ornate del fondo Editti, poco noto al grande pubblico.

Sabato, 5 ottobre ore 16,00 - Bobbio, Museo dell'Abbazia di San Colombano

L'itinerario "Carte preziose" verrà organizzato al contempo anche a Bobbio, altro importante centro culturale del Piacentino. Qui il percorso MAB studiato appositamente offrirà al pubblico la visita presso il Museo dell'Abbazia di San Colombano, allestito nelle sale che anticamente ospitavano il prestigioso scriptorium del centro monastico bobbiese, riconosciuto come uno dei principali centri di cultura europeo del periodo alto-medievale. La guida illustrerà i reperti più importanti esposti, soffermandosi principalmente su quelli coevi alla fondazione del primo cenobio (età longobarda) e ampiamente sulla storia dello scriptorium e del suo ricchissimo patrimonio librario ora dislocato in tutta Europa. Si potrà ammirare, tra i vari plutei, transenne e capitelli del VII-VIII e IX secolo, la meravigliosa "Lastra di Cumiano". La giornata MAB proseguirà poi presso l'Archivio Storico Diocesano - sede di Bobbio e la sua Biblioteca, negl antichi locali adiacenti alla cattedrale. Qui sarà possibile visionare rari documenti e pergamene conservate nell'Archivio e approfondire la conoscenza di messali, antifonari e cinquecentine ospitate nella Biblioteca di competenza.

Servizio a cura dell’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici della Conferenza Episcopale Italiana - Copyright © 2011 Ufficio Nazionale Beni Culturali Ecclesiastici - CEI / Credits