logo SNEC
Una chiesa al mese
Un libro al mese
Area Riservata
per gli incaricati diocesani
 Home page - Un libro al mese - Liturgia tra aggiornamento e tradizione - Il testo di Ratzinger si riferisce anche agli atteggiamenti nel momento della preghiera: mani giunte o palme rivolte verso l'alto, come si vede in alcune immagini paleocristiane... 
Il testo di Ratzinger si riferisce anche agli atteggiamenti nel momento della preghiera: mani giunte o palme rivolte verso l'alto, come si vede in alcune immagini paleocristiane...   versione testuale

La questione della posizione del corpo in preghiera è un fatto culturale, di incrocio tra la tradizione culturale cristiana e la cultura di riferimento in cui si vive. Se le palme verso l’alto rimandano all’antica immagine dell’orante in preghiera, le mani giunte fanno riferimento al clima medioevale e feudale del rispetto, oltre che al clima moderno dell’introspezione del gesto orante. Personalmente penso sia giusto non escludere l'uno in favore dell'altro. Un gesto esprime apertura e slancio, l'altro raccoglimento e intimità. Nei due casi si tratta di riscoprire dimensioni primordiali del pregare, e perciò comuni alle diverse religioni.
 
Anche l’antica prassi dell’orante in piedi, figura dell’uomo libero, a immagine del risorto, non deve secondo Ratzinger essere enfatizzata, dal momento che nella cultura di oggi il problema non si presenta più in quei termini. Nell'epoca nostra, in cui è superato il problema della schiavitù, ha senso tenere assieme le diverse polarità, non escludere l'una in favore dell'altra.
Inoltre va detto che l'atteggiamento del corpo, che può esprimere raccoglimento o apertura all'ascolto, intimità o slancio, si ritrova anche nella disposizione prossemica dello spazio: un'organizzazione circolare dell'assemblea e dell'architettura della chiesa esprime appartenenza; una disposizione più lineare in un ambiente basilicale esprime il protendersi verso l’Alto e verso l’Oltre. Ancora una volta, seguendo la lezione guardiniana delle opposizioni polari, si tratta di non opporre, ma di comporre le diverse dimensioni della fede implicate nell’atto liturgico
Vergine Orante, di Annibale Carracci fine XVI secolo. (da Wikimedia)
Vergine Orante, di Annibale Carracci fine XVI secolo. (da Wikimedia)
stampa paginasegnala pagina